lunedì 31 dicembre 2012

Qui in paese, ci sto da una settimana.
Ritrovo i pettegolezzi tra 4 donne fuori da un supermercato " Uh, maronna mia!"
I festoni e le luci dobbiamo andare a Salerno per vederli, qui niente luci, non ci sono soldi.
Intanto, mentre compro uno yogurt, incontro una signora amica di vecchia data, è cambiata molto nell'aspetto e alle sue spalle sento un mormorio. Viene dalle 4 che sono entrate nel supermercato e dicono ora "A vatt' u marito (la picchia il marito)".
Qui è così, tutti sanno se accade qualcosa, soprattutto di brutto, in una casa, ma nessuno fa niente.
Colei che subisce il danno, intanto, si sente forse sempre più sola: sa che tutti sanno ma non ha la forza di dire niente.
Che mi frega che quest'anno sta passando?

venerdì 14 dicembre 2012

H. mon amour

"Come te anch'io ho cercato di lottare con tutte le mie forze contro la smemoratezza. E come te ho dimenticato. Come te ho desiderato avere un'inconsolabile memoria, una memoria fatta d'ombra e di pietra. Ho lottato da sola con violenza, ogni giorno, contro l'orrore di non poter più comprendere il perché di questo ricordo. Come te,  ho dimenticato".

martedì 11 dicembre 2012

Ancora non abbiamo le tende alle finestre.
Andrea ha colorato il muro della cucina con i pennarelli.

Mi sento un segno scarabocchiato sul muro di casa nostra

martedì 4 dicembre 2012

mercoledì 28 novembre 2012

La giusta età

A 15 anni dicevo di averne 18 e me ne sentivo 30.
A 20 dicevo di averne 20 e me ne sentivo 40.
A 30 dicevo di averne 30 e me ne sentivo 20.
Adesso che ne ho 34 mi viene spontaneo dire che ho un anno di meno, dimentico il giorno del compleanno, non lo faccio a posta... e me ne sento 15.

sabato 27 ottobre 2012

Segno

Giornata da Radiohead, mentre Andrea gioca con le spazzole e siamo soli io e lui...
Giornata di pioggia e di Andrea all'ultimo giorno di antibiotico, tappati in casa a pensare agli amici nelle altre città...
Lunghe telefonate mentre Andrea mi strappa di mano il computer e il telefono... dice "nuonn
o" per dire pronto e butta tutto a terra.
Giornata solitaria, giornata da Radiohead, mentre cuoce la pappa... e Andrea mi da' i morsi sulle gambe...
Non faccio in tempo a caricare nessuna canzone... il cd va, è quasi finito, è quasi pronto.

venerdì 28 settembre 2012

Cose che...

Cosa potrei fare ora che tutti qui dormono?
Una doccia, soprattutto lavarmi i capelli.
Leggere un libro.
Ascoltare musica.
Un quadro notturno.
Mangiare gelato.
Vedere o rivedere un bel film.
Ricordare e piangere.
Ricordare e ridere.
Dormire.

Sono esausta


sabato 22 settembre 2012

Guerre

Ti accorgi dell'importanza di una persona quando dopo anni, nonostante i litigi e le brutte parole, i brutti musi e le incomprensioni, continui a pensare a lei con amore.
Una frase di un libro, una canzone mentre pulisci casa...
"Mi piacerebbe raccontare la mia storia  prima di tramutarmi in oro."

sabato 8 settembre 2012

Polpettine

Subito dopo avere fatto spesa, leggo sul muro alla mia sinistra un cartellone dello stesso supermercato da cui sto uscendo.
C'è la foto di un pezzo di carne di manzo tagliata e la scritta "La c..p sei tu". 
Sono io quel pezzo di carne macellata?
Mah...


mercoledì 5 settembre 2012

Quotidianità

Ho poco tempo, mentre l'acqua di cottura dei piselli si è tutta asciugata. La fiamma è troppo alta ma mi devo sbrigare.
C'è una barca sul balcone di fronte. Tu piccolo la indichi. Il terzo giorno del nuovo lavoro è trascorso, ora restiamo io e te e tutto il disordine di questa casa, una pappa un po' bruciata e i Kings of convenience  per cullarti.

mercoledì 29 agosto 2012

Cose che ho sempre voluto (1)...

... e che continuo a volere: una bacchetta magica.
Non ho nessuna voglia di fare ordine,
né dentro  né fuori

domenica 26 agosto 2012

Pioggia

Finalmente si prepara un temporale.
Niente di più

martedì 14 agosto 2012

Qui

Vacanza, mi sento così bene.
I contratti di lavoro scadono eppure io sono qui in vacanza.
Il mio corpo è stanco eppure io sono qui sul bordo di un laghetto con i pesci rossi.
Delego, lascio Andrea ai nonni e me ne vado in bici. Dormo, dormo tanto. Ogni tanto ritorna un ricordo, me lo porto dietro e si vede dalla mia faccia ma va bene lo stesso.
Manca poco e tutto sarà diverso da prima, forse come sempre, forse come mai, forse no, forse si.
Forse

venerdì 25 maggio 2012

Numeri

Devo dire che ci sono numeri di cui ho paura. Ad esempio il 10. Invece considero di buon auspicio il numero 11 e il numero 4. Non lo so perchè, forse sono solo ossessioni, no in realtà lo so, sono numeri legati a un passato un po' cattivo.
Se sono in fila e prendo un numero, mi auguro sempre che non sia un10 ma anche un 100 o un 1000...
Più passa il tempo e più si consolida in me questa storia dei numeri.

lunedì 21 maggio 2012

Sfoghi matematici

Con tutta la buona volontà non riesco proprio a essere gentile con i miei suoceri per più di una settimana di fila.

giovedì 17 maggio 2012

martedì 15 maggio 2012

Parole che non uso più (1)

Ci sono parole che prima usavo spesso e che adesso non uso più. Già solo a sentirle dire da altri mi infastidiscono.
Una di queste è "A 360°".

mercoledì 2 maggio 2012

Città

A Roma ritrovo i tempi in cui non facevo altro che perdermi. E' la mia città e lo sarà sempre. Come Londra per Virginia. Rileggo Gli anni e trascriverei ogni parola di quel libro. Qualche giorno fa ritornare a Roma mi ha messo addosso molta nostalgia ma anche molti desideri e soprattutto un po'di narcisismo.
E' una città con tante lacune e tanti difetti ma nessun posto mi fa sentire così bene anche quando mi sento così male.
Mi manca mi manca mi manca tanto.

venerdì 20 aprile 2012

Qui e chissà quando

Pane e olio sono il mio antidepressivo. Qui, tra queste collinette delle cinque strade e distese di ulivi, il cielo è tanto scuro e ho freddo ma sono uscita lo stesso a piedi e ho portato anche Andrea. Vorrei si abituasse al freddo, alle persone, alla pioggia, alle salite.
Questo pane senza sale non mi piace ma l'olio si, è buono.

venerdì 13 aprile 2012

Nuovo trasloco, nuovo lavoro.
Ho bisogno di un viaggio con M. e Andrea

lunedì 5 marzo 2012

Nonni

Seconda giornata con la febbre, questa volta sono con Andrea (che finalmente dorme) e M. è al lavoro.
Dovrei scrivere una cosa per venerdì ma mi scoppiano le meningi, ho i brividi, mal di gola e il moccolo che cade giù dal naso...
Per fortuna alle 15 i nonni di Andrea verranno a prenderlo, il piccolo non mi sopporta più starnutire e vorrebbe giocare in continuazione ma non ho le forze.
Quando ho la febbre alta, ritorno ad avere 8 anni... i nonni mi portavano le patatine in busta e disegnavo a letto sull'album e sul muro accanto al letto. Poi la nonna scacciava il malocchio con un piatto e dell'olio e certe frasi... Bellissima sensazione sentirsi aggiustare addosso le lenzuola e le coperte. Oggi sarebbe stato il compleanno della mia nonna preferita.
In fondo sono tradizionalista.

domenica 4 marzo 2012

Nido

Giornata con la febbre. Andrea e il suo papà sono usciti senza di me...
Mi fa compagnia la newsletter del cinema Alphaville di Roma. Ripetitivo nei titoli, nei programmi e pur sempre una delle mie tante dolci case.

domenica 19 febbraio 2012

7 mesi e 8 giorni

Che belle le domeniche con te...

lunedì 13 febbraio 2012

Contenuti

Si consumano le cose e se ne conservano i contenitori.

Ecco lì, nel giardino del vicino una scatola di latta da 1 kg di acciughe diventata un secchio di legnetti per il camino.
Ho tantissimi contenitori, se ci penso...

venerdì 3 febbraio 2012

Non sopporto

"Sono diverso, sono polemico e violento,
non ho nessun rispetto per la democrazia
e parlo molto male di prostitute e detenuti
da quanto mi fa schifo chi ne fa dei miti,
di quelli che mi diranno che sono un qualunquista non me ne frega niente,
non sono più compagno, né femministaiolo militante,
mi fanno schifo le vostre animazioni, le ricerche popolari e le altre cazzate
e finalmente non sopporto le vostre donne liberate
con cui voi discutete democraticamente,
sono diverso perché quando è merda è merda,
non ha importanza la specificazione"
.

venerdì 13 gennaio 2012

Ho cambiato qualcosa

Mi sono girata e ho affrontato lo straniero...
 prendere o lasciare!